sabato 21 luglio 2007

Un film...

...per tutti quelli che non sanno se partire o no, per tutti quelli che si stanno scervellando su questa scelta, per tutti quelli che hanno paura, per tutti quelli che hanno bisogno di uno stimolo, per tutti quelli che hanno paura di cambiare, per tutti quelli che non si accontentano, pertutti quelli che vorrebbero ma..., per tutti quelli che... un giorno lo faranno.


I Diari della Motocicletta - 2004


Guardatelo fino in fondo e... partite! Non ve ne pentirete!

4 commenti:

Anna ha detto...

non so...sembra quasi un messaggio...forse perchè sto progettando,e spero presto che il progetto si realizzi..ho amato molto quel film, e anche il documentario che ne ha fatto minà...e anche il diario del che..grazie alex....davvero

Lisa ha detto...

sante parole!!!!Ma quanti non hanno il coraggio di partire?Conosco un paese intero, un paese fatto di troppi aquilotti che si credono polli e poi si lamentano del mondo ma se non sanno nemmeno com'è fatto!!!!

Manaland ha detto...

Io parlo col senno di poi... ringrazio me stesso per aver avuto la forza di partire. Sono tornato molto più ricco, ovviamente dal punto di vista interiore.
Ho conosciuto nuove realtà, tante persone provvenienti da mezzo mondo. Ora conosco qualcosa di più del mondo e mi rendo conto di quante cose non funzionino in Italia.
Consiglio a tutti quelli che ne hanno la possibilità di partire, è un'esperienza che senga... in positivo!

airman ha detto...

-Ho passato i momenti più belli della mia vita in Irlanda,vorrei tornare,è un pensiero che mi tormenta-

Peccato che non siamo il Che! E dopo fantatici momenti,esperienze che ti segnano in positivo,nuovi mondi, nuove realtà, una mente più aperta.....sono di nuovo qui,a fare parte del paesaggio, della mia splendida città con i suoi squallidi abitanti..Roma!
E cosa è cambiato?E come posso mettere a frutto tutto quello che quella splendida esperienza mi ha dato?Sempre qui,con la solita vita e una valigia piena di delusioni,destinata a riempirsi ancora di più! In una nazione che mi soffoca e mi uccide lentamente!
Essere parte di un paesaggio,non poter lasciare niente...che triste!
Il Che ha avuto il coraggio,la forza e forse anche la fortuna di lasciare un segno,di cambiare un pò il mondo,di fare la storia...e tutto è iniziato da quel viaggio spensierato,senza troppe velleità...